Modellazione 3D

Con le scansioni  e i software 3D le idee si trasformano in progetti, in tempi più brevi e con standard qualitativi più elevati. Partendo da un oggetto già esistente è possibile riprogettarlo, renderlo più moderno, aumentarne le potenzialità. Grazie alla copia digitale il designer ha a disposizione in poco tempo i dettagli dell’oggetto, punto di partenza per una ricostruzione, tramite software 3D, fedele al prodotto originale.

Con la scansione 3D professionale è possibile dar vita a nuovi oggetti o ricrearne quando è assente il modello digitale originale. Iniziare un nuovo progetto digitale partendo da una scansione 3D è più semplice che affidarsi solo alla progettazione in CAD con software 3D.


Com’è possibile creare nuovi oggetti complessi, sofisticati, di alta qualità, e particolarmente belli, per giunta organici, senza essere dei maghi della modellazione 3D?

Non certo con la magia, ovviamente bisogna seguire un metodo ed utilizzare gli strumenti adeguati, altrettanto chiaramente non sarà possibile farlo senza utilizzare almeno un qualche software 3D di modellazione.

Cosa c’è di diverso dunque fra un metodo ed un altro?

Di ben diverso c’è il tempo necessario a creare composizioni complesse, e soprattutto quel che conta è la qualità finale ottenuta, che con il metodo da noi proposto la qualità è elevata ed assolutamente realistica, mentre al contrario quando l’oggetto tridimensionale è ottenuto per pura modellazione inevitabilmente risulta artificioso.

Lo scanner 3D al luce strutturata è un potente strumento di scansione tridimensionale e costituisce in questo processo il punto fondamentale di partenza, il processo di ingegneria inversa lo completa e rende risultati particolarmente fruibili anche a livello industriale.

La possibilità di acquisire oggetti reali con grande accuratezza e ricchezza di dettagli anche fini, o meglio finissimi, data la grande sensibilità dello strumento, è il nodo critico cruciale del nuovo sistema di modellazione oggi possibile grazie l’evoluzione delle tecnologie di frontiera.

Non è più necessario dunque essere profondi conoscitori di complessi e sofisticati sistemi CAD che spesso presentano curve di apprendimento estenuanti e particolarmente impegnative, tutta la bellezza e la particolarità degli oggetti naturali possono oggi essere rappresentate con vivida fedeltà grazie la scansione 3D di alta qualità.

Se ad esempio vogliamo riprodurre una mano, grazie la scansione 3D oggi è possibile riprodurre anche la texture superficiale realistica della pelle, incluse le rughe, le impronte digitali, nei, venature realistiche, ed ogni altro fine dettaglio a livelli decisamente impressionanti.

Pertanto non solo è possibile finalmente creare una mano 3D che è veramente come una mano reale ma è possibile crearla anche con un livello di dettaglio che fino a poco tempo fa era letteralmente impensabile.

In questo articolo vogliamo chiarire che appunto non solo è possibile acquisire oggetti reali e renderli virtuali con una metodica del tutto nuova e particolarmente efficace, è anche possibile manipolarli e creare delle composizioni ancor più sofisticate.

Ad esempio, compiendo la scansione di svariati tipi di frutti, ed effettuando il reverse engineering di ciascuno, sarà poi molto semplice creare una natura morta artistica combinandoli in vario modo, il vantaggio non subito evidente se non ai più esperti, è che gli stessi frutti possono essere riutilizzati per creare nuove diverse composizioni, con dimensioni diverse, e manipolazioni diverse anche includendo di volta in volta elementi tecnici utili a creare nuovi oggetti di natura completamente diversa.

Tutto questo, si noti bene, inserendo nella composizione elementi funzionali con dimensioni esatte utili appunto alla creazione di oggetti che hanno sia una valenza tecnica che artistica.

 

software-3d